Ad Banner
Home > Comunicati stampa > Comunicati 2005 > LM ETVE – Sopaf: dal 29 luglio efficace la fusione
LM ETVE – Sopaf: dal 29 luglio efficace la fusione



Milano, 26 luglio 2005 – Sopaf Spa comunica che, in data odierna è stato stipulato l’atto di fusione per incorporazione di LM ETVE, con cui si completa il progetto di fusione avviato lo scorso 17 febbraio.
L’atto di fusione è stato depositato in data odierna presso il Registro delle Imprese di Milano. La fusione sarà efficace a partire dal prossimo 29 luglio, con decorrenza degli effetti civili, contabili e fiscali dal 1° luglio. 
Al riguardo si rammenta che alla data di efficacia della fusione sarà eliminato il valore nominale delle azioni e saranno emesse n. 316.342.960 nuove azioni tutte destinate agli azionisti di LM ETVE, nel rapporto di cambio approvato dalle rispettive assemblee, pari a n. 15.110 nuove azioni ordinarie Sopaf per ogni azione LM ETVE posseduta. 
Il capitale di Sopaf sarà pertanto aumentato ad € 80.000.000,00, e suddiviso in complessive n.
421.794.706 azioni ordinarie tutte prive del valore nominale, di cui 105.451.746 spettanti ai precedenti azionisti Sopaf e 316.342.960 spettanti agli ex azionisti LM ETVE. 
Sempre in conformità a quanto precedentemente deliberato, a decorrere dalla data di efficacia della fusione i titolari dei preesistenti 1.860 “Warrant Azioni Ordinarie LM ETVE 2005 - 2011” otterranno in cambio n. 28.104.600 “Warrant Azioni Ordinarie Sopaf 2005 – 2011”, che daranno diritto di sottoscrivere n. 56.209.200 azioni ordinarie Sopaf a Euro 0,50 per azione. Tali “Warrant Azioni Ordinarie Sopaf 2005 – 2011” vengono assegnati secondo il rapporto di cambio precedentemente deliberato e disciplinati dal regolamento anch’esso già oggetto di precedente approvazione.
A seguito della fusione Acquablu Srl, società controllata da Giorgio Magnoni e dai figli, e Alfabravo Srl, controllata da Giorgio Magnoni, deterranno la maggioranza relativa del capitale di Sopaf, con una quota del 30,01%. Ven.Fin, che fa capo alla famiglia Vender, deterrà una quota pari al 5,45%. In virtù del patto di sindacato stipulato tra Acquablu e Ven.Fin, già pubblicato, e degli impegni assunti anche da altri azionisti di LM ETVE, le azioni detenute da Acquablu, da Ven.Fin e da altri azionisti, per un totale di circa il 67,91% del capitale, saranno assoggettate a lock-up per un periodo compreso tra 9 e 15 mesi.

***

Per ulteriori informazioni:
Maria Antonietta Barelli LM ETVE Tel. +390272142429

Lavinia Borea FC Partners Tel. +390243981743

Ultimo aggiornamento: 21/12/2005
copyright 2006 Sopaf SpA in liquidazione - P.IVA 05916630154 - all right reserved