Ad Banner
Home > Comunicati stampa > Comunicati 2005 > Approvato il Progetto di Bilancio al 30 giugno 2005 di Sopaf Spa ante fusione con LM ETVE S.p.A.
Approvato il Progetto di Bilancio al 30 giugno 2005 di Sopaf Spa ante fusione con LM ETVE S.p.A.



(fusione efficace verso i terzi dal 29 luglio con decorrenza degli effetti civilistici, contabili e fiscali dal 1° luglio u.s)

Bilancio civilistico Sopaf Spa ante fusione

  • Svalutazioni e accantonamenti per circa 24,8 milioni di euro, di cui 20,7 milioni di euro relativi alla Coronet Spa
  • Perdita di esercizio: 26,9 milioni di euro (comprensiva delle svalutazioni e degli accantonamenti)
  • Patrimonio netto:  30,1 milioni di euro

Milano, 28 settembre 2005 – Il Consiglio di Amministrazione di Sopaf Spa ha approvato in data odierna il progetto di bilancio relativo a Sopaf Spa per l’esercizio 2004-2005, chiusosi lo scorso 30 giugno.
Il bilancio esaminato si riferisce a Sopaf Spa ante fusione con la LM ETVE Spa, il cui atto di fusione è stato stipulato lo scorso 26 luglio, con efficacia verso i terzi a partire dal 29 luglio e con decorrenza degli effetti civilistici, contabili e fiscali dal 1° luglio u.s.
Il bilancio al 30 giugno 2005 di Sopaf Spa ante fusione presenta una perdita di 26,9 milioni di euro (contro una perdita di 12,0 milioni di euro registrata al 30 giugno 2004), che incorpora  svalutazioni e accantonamenti per 24,8 milioni di euro. In particolare, Sopaf ha effettuato una svalutazione della partecipata Coronet Spa per 20,7 milioni di euro.
Si ricorda che la partecipazione detenuta da Sopaf in Coronet Spa è scesa dal 60% del capitale sociale all’attuale 30%, a seguito di cessione avvenuta in data 4 agosto. Per effetto di tale alienazione, Coronet Spa è uscita dal perimetro di consolidamento della Sopaf Spa a partire dall’esercizio 2005-2006.
La differenza negativa tra il valore ed i costi della produzione, pari a 4,9 milioni di euro, comprende 2,7 milioni di euro di accantonamenti e svalutazioni relativi al portafoglio di partecipazioni ormai interamente dismesso.
I proventi e gli oneri finanziari netti presentano un saldo negativo di 0,7 milioni di euro, che riflette la riduzione dei proventi finanziari per euro 17,2 milioni, dovuta prevalentemente al venir meno di dividendi da società partecipate.
La posizione finanziaria netta è negativa per 14,9 milioni di euro ed è in lieve peggioramento rispetto al periodo precedente (13,9 milioni di euro).
Il patrimonio netto ammonta a 30,1 milioni di euro rispetto ai 57,1 milioni di euro del periodo precedente.
L’indisponibilità del progetto di bilancio di Coronet Spa approvato dal relativo consiglio di amministrazione non ha consentito la redazione del bilancio consolidato di Sopaf Spa, la cui approvazione si ritiene possa ragionevolmente avvenire nella prima metà del mese di ottobre p.v..
Il progetto di bilancio sarà sottoposto all’Assemblea degli Azionisti, per la cui convocazione il Consiglio di Amministrazione ha dato mandato disgiunto al Presidente e ai Vice Presidenti.
Si ricorda che l’intervenuta fusione con LM ETVE ha posto le basi per il riposizionamento industriale di Sopaf S.p.A., che beneficerà di un rafforzamento economico e patrimoniale, gestendo un portafoglio di partecipazioni diversificate nei settori industriale, immobiliare, del risparmio gestito e del credito al consumo. Sopaf Spa nel prossimo triennio intende sviluppare l’attività in modo equilibrato mediante l’incremento dei ricavi commissionali e di quelli derivanti da investimenti e partecipazioni.
In relazione ai fatti rilevanti sopravvenuti alla chiusura del bilancio, si fa presente che
- il 6 luglio Sopaf, tramite la controllata Fivestars ha acquistato 450 quote del fondo di investimento immobiliare chiuso “FIP - Fondo Immobili Pubblici”  promosso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze;
- a seguito del contratto di compravendita stipulato nel febbraio 2005 da Eurogiochi Sa, controllata al 60,8% da Lm & Partners Sca, nel mese di settembre è stata perfezionata la cessione a terzi della partecipazione in Sisal SpA, pari al 12,73% del capitale; la quota di spettanza di Lm & Partners, al lordo di spese varie, è pari a 27,7 milioni di euro a fronte di un investimento iniziale di 21,4 milioni di euro.
- il 27 settembre Sopaf e D.B.Zwirn & Co. LP, fondo di investimenti in “alternative asset”, hanno costituito una joint venture paritetica, denominata Blue Skye. La società è attiva nell’acquisizione di Non Performing Loan (NPL), provenienti dai settori bancario, finanziario, immobiliare e manifatturiero. E’ già stato firmato un accordo di investimento per l’acquisizione di un portafoglio di crediti ipotecari in sofferenza, per un totale  nominale di 18,8 milioni di euro.
 Nuovi principi contabili internazionali (IAS/IFRS)
Sopaf S.p.A. non è soggetta all’adozione dei nuovi principi contabili internazionali sino al prossimo bilancio al 30 giugno 2006, in accordo al disposto del Regolamento n° 1606/2002 del Parlamento Europeo e del Consiglio Europeo del 19 luglio 2002.
Sopaf S.p.A. dall’esercizio 2004-2005 ha avviato un progetto di implementazione degli IAS / IFRS suddiviso per aree di bilancio e per competenze specialistiche. Tale progetto sta subendo delle modifiche a fronte della fusione per incorporazione di LM ETVE S.p.A. in Sopaf Spa e dell’uscita di Coronet Spa dal perimetro di consolidamento.
Per quanto concerne Sopaf Spa., si ritiene che l’applicazione delle nuove disposizioni non dovrebbe portare a significativi effetti sulla situazione patrimoniale, finanziaria e sul risultato economico.
Relativamente alle principali società operative del Gruppo Sopaf, allo stato attuale non è ancora determinabile l’eventuale impatto derivante dall’applicazione degli IAS/IFRS.


Per ulteriori informazioni si prega di contattare:
Dott. Giuseppe Daveri – Presidente      02.439.21.238

Ultimo aggiornamento: 21/12/2005
copyright 2006 Sopaf SpA in liquidazione - P.IVA 05916630154 - all right reserved