Ad Banner
Home > Comunicati stampa > Comunicati 2008 > Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati al 30 settembre 2008
Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati al 30 settembre 2008



Approvati dal Consiglio di Amministrazione i dati al 30 settembre 2008:

  • Utile netto consolidato del terzo trimestre: 2,1 milioni di euro (0,1 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007)
  • Risultato netto consolidato dei primi nove mesi: negativo per 2,2 milioni di euro (positivo per 40,3 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007)
  • Patrimonio netto del Gruppo: 171,9 milioni di euro (169,3 milioni di euro al 30 giugno 2008 e 174,9 milioni di euro al 31 dicembre 2007)
  • Posizione finanziaria netta consolidata: 149,0 milioni di euro (160,1 milioni di euro al 30 giugno 2008 e 151,6 milioni di euro al 31 dicembre 2007).

 

Milano, 12 novembre 2008 –  Il Consiglio di Amministrazione di Sopaf S.p.A. riunitosi oggi ha approvato la relazione trimestrale consolidata al 30 settembre 2008.

 

Risultati consolidati del trimestre e dei primi nove mesi del 2008*

 

Relativamente al terzo trimestre dell’esercizio 2008, i ricavi e gli altri proventi sono pari a 2,0 milioni di euro (1,3 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007).
Gli utili derivanti da dismissioni di attività non correnti sono pari a 3,1 milioni di euro (2,6 milioni di euro nel terzo trimestre del 2007).
Il risultato operativo, che sconta 4,1 milioni di euro di costi (3,6 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007) è pari a 1 milione di euro (pressoché pari a zero, invece, nel corrispondente periodo del 2007), mentre il risultato ante imposte è di 1,2 milioni di euro (negativo per 1 milione nel terzo trimestre del 2007).
L’utile netto di pertinenza del Gruppo per il terzo trimestre del 2008, infine, è pari a 2,1 milioni di euro (0,1 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007).


* * *


Per quanto riguarda i primi nove mesi dell’esercizio, i ricavi e gli altri proventi sono pari a 23,7 milioni di euro (5,3 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007) . In particolare tali voci includono 3,5 milioni di euro di commissioni generate dalle società di gestione consolidate integralmente e 16,9 milioni di euro relativi ad una plusvalenza derivante dalla cessione di contratti di locazione finanziaria.
Il margine operativo lordo, che sconta 14,4 milioni di euro di costi, è pari a 9,3 milioni di euro (10,6 milioni di euro negativi nei nove mesi corrispondenti del 2007), mentre il risultato operativo, che include 5,6 milioni di euro di utili derivanti da dismissioni di attività non correnti e le svalutazioni della partecipata Management & Capitali e del fondo PWM AIGGIG Multimanager per un totale di 4,6 milioni di euro, è pari a 9,8 milioni di euro (41,0 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007). 
Per quanto concerne le partecipate, la quota dei risultati delle partecipazioni valutate col metodo del patrimonio netto è negativo per 5,1 milioni di euro (positivo per 1,9 milioni di euro nel corrispondente periodo dell’anno 2007) e sconta in particolare le perdite pro-quota relative alle partecipazioni in Banca Network Investimenti S.p.A. per 6,5 milioni di euro e Area Life per 1 milione di euro.
Il risultato prima degli interessi e delle imposte è pari a 4,6 milioni di euro e si confronta con un utile di 42,9 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007.
Gli oneri finanziari netti sono pari a 5,4 milioni di euro (oneri finanziari netti di 0,9 milioni di euro nei primi nove mesi del 2007).
L’utile ante imposte è negativo per 0,7 milioni di euro (positivo per 42,0 milioni di euro nel corrispondente periodo del 2007).
Il risultato netto di pertinenza del Gruppo, che sconta 1 milione di euro di imposte sul reddito e 0,7 milioni di euro di risultati delle attività detenute per la vendita e beneficia di un risultato di pertinenza di terzi negativo per 0,3 milioni di euro, è negativo per 2,2 milioni di euro (rispetto ad un utile di 40,3 milioni del periodo corrispondente del 2007, risultato dovuto principalmente all’operazione di cessione di Omniapartecipazioni/Immsi).


* * *


Le partecipazioni e le altre attività finanziarie, pari a 243,9 milioni di euro (273,1 milioni di euro al 31 dicembre 2007), si sono movimentate principalmente per effetto dell’acquisizione della partecipazione in Aviva Previdenza, della cessione dell’intera quota del Fondo FIP – Fondo Immobili Pubblici e per la riclassificazione di alcune partecipazioni nella voce “Attività detenute per la vendita”.
Il patrimonio netto totale al 30 settembre 2008 è pari a 178,9 milioni di euro (rispetto a 182,0 milioni di euro al 31 dicembre 2007), di cui 6,9 milioni di euro di interessi di terzi (7,2 milioni di euro al 31 dicembre 2007) e 171,9 milioni di euro di spettanza del Gruppo (174,9 milioni di euro del 31 dicembre 2007) in diminuzione soprattutto per effetto del risultato dei nove mesi e dell’incremento della voce relativa alle azioni proprie detenute.
L’indebitamento finanziario netto del Gruppo al 30 settembre 2008 è pari a 149,0 milioni di euro e si confronta con 160,1 milioni di euro al 30 giugno 2008, 176,4 milioni di euro al 31 marzo 2008 e con 151,6 milioni di euro al 31 dicembre 2007. Le variazioni sono imputabili principalmente alle operazioni di acquisizione di Aviva Previdenza e Sun System ed agli interventi di ricapitalizzazione di partecipazioni quali, ad esempio, AFT; rispetto al dato di marzo si evidenzia un significativo miglioramento dovuto, in particolare, all’operazione di cessione dei contratti di leasing, operazione i cui effetti finanziari si sono manifestati nel corso del secondo e del terzo trimestre dell’esercizio 2008, e alla cessione di quattro partecipazioni del settore industriale al fondo denominato “Vintage Fund”.

 

Principali eventi del trimestre

  • In data 16 luglio Sopaf S.p.A. ha sottoscritto la terza ed ultima tranche per un importo pari a $ 5 milioni del fondo di private equity Infrastructure and Growth Capital Fund gestito da Abraaj Capital, società leader negli investimenti infrastrutturali nella regione MENASA (Medio Oriente, Nord Africa e Sud Est Asiatico).  Si ricorda che con tale sottoscrizione l’investimento di Sopaf è pari a $ 10 milioni, pari allo 0,5% delle quote sottoscritte.
  • In data 31 luglio il Gruppo Sopaf ha ceduto quattro partecipazioni industriali (il 28,9% di AFT S.p.A. – ovvero la metà della partecipazione detenuta direttamente e indirettamente dal Gruppo al 30 giugno 2008 –, il 28,4% di Green Bit S.p.A., il 26,5% di Sila Holding Industriale S.p.A. e il 24,7% di Res Finco AG) ad un fondo di diritto estero di nuova costituzione denominato “Vintage Fund”. Gli investitori iniziali del fondo sono Paul Capital Partners IX, L.P., (fondo di private equity americano) e la stessa Sopaf S.p.A. con una partecipazione pari al 5% del Fondo per un impegno complessivo di circa euro 2,5 milioni (di cui euro 2 milioni già versati a fine luglio). Il prezzo di cessione per l’intero portafoglio è stato pari a 38,9 milioni di euro.
  • Nel mese di luglio è stato perfezionato l’aumento di capitale di Essere S.p.A.; Sopaf S.p.A. ha incrementato la sua quota partecipativa dal 35,77% al 81,87% mediante la parziale conversione del versamento in conto capitale effettuato durante il mese di maggio per un ammontare pari a euro 491.200.
  • Nei mesi di luglio e agosto Sopaf S.p.A. ha sottoscritto nuove quote del fondo immobiliare Tergeste per euro 7,5 milioni, liquidità utilizzata dal fondo per perfezionare alcune operazioni immobiliari tra cui l’acquisto di un immobile nel centro di Milano per un controvalore di euro 27 milioni.
  • In data 6 agosto il fondo Vintage Fund ha conferito una delega di gestione a Sopaf Capital Management SGR; le commissioni di gestione relative a tale delega per l’anno 2008 ammonteranno a euro 1,5 milioni.
    • Sempre in data 6 agosto il Consiglio di Amministrazione di China Opportunity SA Sicàr ha ratificato l’aumento di capitale in corso, sottoscritto e versato per complessivi euro 14,8 milioni. Per il Gruppo Sopaf, Cutter S.àr.l. ha sottoscritto l’aumento di capitale delle azioni di classe A per euro 151.300, mentre l’aumento di capitale delle azioni di classe B è stato sottoscritto da Sopaf S.p.A. per euro 2,7 milioni.
  • In esecuzione di una delibera assembleare del 29 aprile 2009, in data 21 agosto i soci di Banca Network hanno perfezionato un aumento di capitale sociale da euro 16 milioni ad euro 30 milioni più una riserva sovrapprezzo azioni pari ad euro 6 milioni.
  • In data 22 agosto Sopaf ha comunicato a Delta S.p.A. l’esercizio del proprio diritto di recesso per numero 16.967.900 azioni ai sensi dell’art. 2437, comma 1, lett. a), a seguito dell’Assemblea straordinaria della società, tenutasi in data 6 agosto 2008, che ha approvato l’adozione di un nuovo testo di statuto sociale che modifica l’oggetto sociale per permettere alla società di svolgere l’attività di capogruppo bancario. In relazione alla modifica statutaria dell’oggetto sociale e anche in considerazione dell’evoluzione dell’assetto economico patrimoniale e gestionale di Delta S.p.A., nonché del suo assetto proprietario, Sopaf ha ritenuto indispensabile tutelare i propri interessi esercitando il diritto di recesso e riservandosi altresì di attivare tutte le necessarie azioni affinché sia determinato il valore di liquidazione così come disciplinato dal codice civile. Infatti a quest’ultimo riguardo, occorre segnalare che durante l’assemblea straordinaria del 6 agosto, gli amministratori di Delta S.p.A. hanno negato di riconoscere il diritto di recesso per i soci dissenzienti adducendo quale motivazione di non ritenere la modifica dell’oggetto sociale sufficientemente significativa per far sorgere il diritto.
  • In data 26 settembre Sopaf ha rilevato da terzi investitori n. 20 quote del fondo di private equity Igi Investimenti Quattro, per un impegno di sottoscrizione pari a euro 1 milione.
  • In data 30 settembre Sopaf  S.p.A. ha perfezionato un’operazione di asset swap con una primaria controparte bancaria estera che prevede per Sopaf, in cambio di un tasso fisso, il riconoscimento di flussi reddituali legati alla distribuzione di dividendi/proventi straordinari del Fondo Immobili Pubblici. La valutazione al fair value delle componenti di tale strumento derivato è pari a circa euro 4,5 milioni, al netto di oneri accessori.


Fatti di rilievo successivi al 30 settembre 2008

  • In data 8 ottobre 2008, Sopaf S.p.A. ha perfezionato il contratto di acquisizione del 51% del capitale sociale di Polis Fondi SGR p.A. da alcune banche popolari per un corrispettivo complessivo pari ad euro 9,5 milioni. Si precisa al riguardo che l’acquisizione è subordinata all’ottenimento da parte delle Autorità di Vigilanza, entro il 2 marzo 2009, delle necessarie autorizzazioni relative (i) all’acquisto della partecipazione e (ii) alle modifiche regolamentari del Fondo Polis in merito all’introduzione di un Comitato Consultivo.
  • In data 8 ottobre 2008 Sopaf ha acquisito da investitori terzi un ulteriore 10,13% del capitale sociale di Essere, incrementando la propria partecipazione da 81,87% a 92%.
  • In data 10 ottobre 2008 l’assemblea di Nearco Invest S.àr.l. ha deliberato la messa in liquidazione volontaria della società e la nomina del liquidatore.
  • In data 15 ottobre Sopaf S.p.A. ha sottoscritto con Nova Fronda S.r.l. ed un altro investitore un accordo di investimento che prevede la sottoscrizione da parte di Sopaf del 25% di Nova Fronda S.r.l. tramite aumento di capitale, ad essa riservato, da liberarsi mediante compensazione del finanziamento di euro 1,4 milioni erogato nei mesi di agosto, settembre e ottobre 2008 e della relativa integrazione per complessivi 230 migliaia di euro, importo versato da Sopaf durante il mese di novembre 2008.
  • In data 15 ottobre Sopaf S.p.A., in qualità di sponsor dell’iniziativa, ha costituito la società di diritto lussemburghese Adenium Sicav, società a capitale variabile multicomparto per la quale sarà chiesta a breve l’autorizzazione alle Autorità di Vigilanza per il collocamento in Italia, distribuzione che la Sicav attribuirà in via esclusiva a Banca Network.
  • Nell’ambito del processo di riorganizzazione e semplificazione societaria del Gruppo Sopaf, con provvedimento del 22 ottobre 2008 le Autorità di Vigilanza hanno autorizzato l’incorporazione di PWM SGR in SCM SGR; gli amministratori delle due società prevedono di concludere l’iter di fusione entro il 31 dicembre 2008.
  • In data 7 novembre è stato sottoscritto l’aumento di capitale di Area Life International Assurance Ltd  per un corrispettivo di 1,6 milioni di euro.


Evoluzione prevedibile della gestione

Nel difficile contesto economico attuale il management di Sopaf sta ridisegnando le proprie attività dismettendo attivi non strategici, conseguentemente migliorando la posizione finanziaria netta, potenziando le attività legate all’asset management e intervenendo per ridurre i costi di struttura.
Si ritiene pertanto che le prospettive per la chiusura dell’esercizio possano risultare migliorative rispetto al risultato conseguito al 30 settembre 2008.

 

* * *

 

Il Dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari di Sopaf S.p.A., Alberto Ciaperoni, dichiara ai sensi del secondo comma dell’art. 154-bis del D.Lgs. n. 58/1998 che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili della Società.


 

* * *

 

Per ulteriori informazioni

Marco Stella
Alberto Ciaperoni
Sopaf S.p.A.
Tel: +39 02 72142424
e-mail: investor.relations@sopafgroup.it

 

* * *

 

Si allegano i prospetti relativi a conto economico, stato patrimoniale e posizione finanziaria netta consolidati. Si informa che tali schemi non sono oggetto di verifica da parte della Società di Revisione.

 

* Rispetto al periodo di riferimento è variata l’area di consolidamento sia per la movimentazione del portafoglio partecipazioni, sia per il diverso criterio di consolidamento di alcune partecipate.

 

Ultimo aggiornamento: 12/11/2008
copyright 2006 Sopaf SpA in liquidazione - P.IVA 05916630154 - all right reserved