Ad Banner
Home > Comunicati stampa > Comunicati 2008 > Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio al 31 dicembre 2007 e la trimestrale al 31 marzo 2008. Autorizzati due nuovi fondi mobiliari alternativi di Sopaf Capital Management SGR.
Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio al 31 dicembre 2007 e la trimestrale al 31 marzo 2008. Autorizzati due nuovi fondi mobiliari alternativi di Sopaf Capital Management SGR.



Il Consiglio di Amministrazione approva il bilancio al 31 dicembre 2007: 

  • Utile netto consolidato: 35,8 milioni di euro (10,1 milioni di euro nell’ultimo esercizio semestrale)
  • Patrimonio netto del Gruppo: 174,9 milioni di euro (156,3 milioni di euro al 31 dicembre 2006)
  • Posizione finanziaria netta consolidata: 151,6 milioni di euro (121,7 milioni di euro al 31 dicembre 2006)
  • Utile netto di Sopaf S.p.A.: 20,1 milioni di euro (1,8 milioni di euro nell’ultimo esercizio semestrale)


e la trimestrale al 31 marzo 2008:

  • Risultato netto consolidato: negativo per 2,2 milioni di euro (43,8 milioni di euro di utile nel primo trimestre 2007)
  • Patrimonio netto del Gruppo: 167,8 milioni di euro (174,9 milioni di euro al 31 dicembre 2007)
  • Posizione finanziaria netta consolidata: 176,3 milioni di euro (151,6 milioni di euro al 31 dicembre 2007)

 

Autorizzati due nuovi fondi mobiliari alternativi di Sopaf Capital Management SGR.

 


Milano, 13 maggio 2008 – Il Consiglio di Amministrazione di Sopaf S.p.A., riunitosi in data odierna, ha approvato il bilancio consolidato e il progetto di bilancio di Sopaf S.p.A. al 31 dicembre 2007, la relazione annuale sulla corporate governance, nonché la relazione trimestrale consolidata al 31 marzo 2008.

 

Risultati consolidati dell’esercizio 2007*


Si ricorda che l’esercizio approvato oggi è il primo, dopo la modifica del calendario societario, in cui i dodici mesi dell’anno solare coincidono con l’esercizio sociale: pertanto il confronto con il precedente esercizio, relativo a soli sei mesi di attività, è poco significativo.
Le componenti positive di reddito derivanti dall’attività di investimento sono pari a 73,9 milioni di euro e includono 63,7 milioni di euro di utili da dismissioni di attività non correnti  e 10,2 milioni di euro di quota dei risultati delle partecipazioni valutate col metodo del patrimonio netto (rispettivamente 8,3 milioni di euro e 10,7 milioni di euro nell’esercizio semestrale chiuso al 31 dicembre 2006). Tali ricavi attengono prevalentemente alle dismissioni delle partecipazioni in Immsi S.p.A. e nel fondo immobiliare Aster, oltre alla plusvalenza per la cessione del 40% di Telma S.r.l. effettuata dal fondo immobiliare Tergeste, integralmente detenuto dal Gruppo Sopaf.
Gli altri ricavi dell’esercizio, pari a 6,2 milioni di euro (5 milioni di euro nell’esercizio di sei mesi), includono commissioni generate dalle società prodotto per circa 4,7 milioni di euro.
Le componenti negative di reddito includono costi per 26,6 milioni di euro e svalutazioni di partecipazioni per 13,6 milioni di euro, imputabili quasi esclusivamente alla partecipata Coronet S.p.A. (13,4 milioni di euro).
Il risultato operativo dell’esercizio è positivo per 28,9 milioni di euro (3,7 milioni di euro nell’esercizio precedente di sei mesi) e il risultato prima degli interessi e delle imposte è pari a 39,1 milioni di euro (14,3 milioni di euro dell’esercizio precedente).
Gli oneri finanziari netti sono pari a 3,4 milioni di euro e si confrontano con 3,8 milioni di euro dell’esercizio precedente di sei mesi.
L’utile ante imposte è pari a 35,7 milioni di euro (10,5 nell’esercizio precedente di sei mesi).
L’utile netto di pertinenza del Gruppo, a seguito dell’imputazione di 0,1 milioni di euro di imposte sul reddito, è pari a 35,8 milioni di euro (rispetto ai 10,1 milioni di euro dell’esercizio precedente) e include il risultato di pertinenza di terzi positivo per 0,2 milioni di euro.
Il patrimonio netto totale al 31 dicembre 2007 è pari a 182,0 milioni di euro (rispetto a 179,6 milioni di euro al 31 dicembre 2006), di cui 7,2 milioni di euro di interessi di terzi (23,3 milioni di euro al 31 dicembre 2006); pertanto il patrimonio netto di spettanza del Gruppo è pari a 174,9 milioni di euro (contro i 156,3 milioni di euro del 31 dicembre 2006).
Il totale degli attivi del Gruppo al 31 dicembre 2007, pari a 396,6 milioni di euro, è aumentato rispetto ai 353,8 milioni di euro al 31 dicembre 2006 principalmente per effetto degli investimenti effettuati in Banca Bipielle Network (ridenominata in gennaio Banca Network Investimenti) e in Area Life International Ltd e per la riclassifica della partecipata Delta tra le “attività disponibili alla vendita” con conseguente adeguamento al fair value.
Anche per effetto delle suddette acquisizioni, la posizione finanziaria netta del Gruppo al 31 dicembre 2007 è cresciuta a 151,6 milioni di euro, rispetto ai 121,7 milioni di euro al 31 dicembre 2006. Si ricorda che nel mese di agosto si è perfezionata l’emissione del prestito obbligazionario “SOPAF 2007-2012 convertibile 3,875%”, che ha permesso a Sopaf di raccogliere 49,7 milioni di euro.


Risultati della capogruppo dell’esercizio 2007


La capogruppo Sopaf chiude l’esercizio con un utile netto di 20,1 milioni di euro (1,8 milioni di euro nell’esercizio precedente di sei mesi) e un patrimonio netto di 131,0 milioni di euro (82,8 milioni di euro al 31 dicembre 2006).

 

Proposta all’Assemblea


Il Consiglio di Amministrazione ha deliberato di proporre all’Assemblea di destinare l’utile dell’esercizio alla copertura parziale delle perdite pregresse maturate sino al 30 giugno 2005, pari a 22,8 milioni di euro.
Il Consiglio di Amministrazione proporrà inoltre all’Assemblea un piano di razionalizzazione della struttura del patrimonio netto di Sopaf S.p.A. finalizzato alla copertura totale delle perdite pregresse, a fronte di riserve esistenti al 31 dicembre 2007.


Risultati consolidati del primo trimestre 2008*


Le componenti positive di reddito derivanti dall’attività di investimento sono pari a 2,1 milioni di euro rispetto ai 50,9 milioni di euro nel primo trimestre del 2007 (in larga parte legati all’operazione di cessione di Immsi) e includono in particolare la plusvalenza realizzata sulla cessione di 128 quote del FIP Fondo Immobili Pubblici (2,1 milioni di euro) e la perdita pro quota della partecipata Banca Network Investimenti (1,1 milioni di euro).
Gli altri ricavi del trimestre, pari a 1,5 milioni di euro (1,2 milioni di euro nel trimestre 2007), includono commissioni generate dalle società prodotto per circa 0,9 milioni di euro.
I costi del trimestre, pari a 4,4 milioni di euro, sono diminuiti rispetto ai 5 milioni di euro del trimestre 2007.
Il risultato prima degli interessi e delle imposte è negativo per 1,1 milioni di euro (positivo per 46,9 milioni di euro nel primo trimestre 2007).
Gli oneri finanziari netti sono pari a 1,5 milioni di euro e si confrontano con i proventi finanziari netti per 1,8 milioni di euro del primo trimestre 2007.
La perdita ante imposte è pari a 2,6 milioni di euro (utile per 48,7 milioni di euro nel trimestre 2007).
La perdita netta di pertinenza del Gruppo, a seguito del rilascio di 0,3 milioni di euro di imposte differite, è pari a 2,2 milioni di euro (rispetto ai 43,8 milioni di euro di utile del trimestre 2007).
Il patrimonio netto totale al 31 marzo 2008 è pari a 174,1 milioni di euro (rispetto a 182,0 milioni di euro al 31 dicembre 2007), di cui 6,3 milioni di euro di interessi di terzi (7,2 milioni di euro al 31 dicembre 2007); pertanto il patrimonio netto di spettanza del Gruppo è pari a 167,8 milioni di euro (contro i 174,9 milioni di euro del 31 dicembre 2007).
Il totale degli attivi del Gruppo al 31 marzo 2008 è pari a 413,3 milioni di euro (396,6 milioni di euro al 31 dicembre 2007).
L’indebitamento finanziario netto del Gruppo al 31 marzo 2008 è pari a 176,3 milioni di euro, rispetto ai 151,6 milioni di euro del 31 dicembre 2007.


Evoluzione prevedibile della gestione


Il management rimane fiducioso nella possibilità di cogliere nuove opportunità di investimento coerenti con il proprio business model per mantenere un soddisfacente livello di redditività. In considerazione di ciò la Società sta provvedendo ad un refocusing delle proprie attività di investimento, in particolare attraverso una revisione del proprio portafoglio di partecipazioni.


Fatti di rilievo del primo trimestre dell’esercizio 2008 ed eventi successivi

  • In data 11 gennaio 2008 Sopaf S.p.A. ha acquisito il 45% di Aviva Previdenza S.p.A. (14,4 milioni di euro).
  • Nei primi mesi del 2008 Sopaf S.p.A. ha acquistato le rimanenti quote di minoranza (pari al 23%) del capitale di PWM SGR, che in ottica di semplificazione societaria, previo assenso delle competenti autorità di vigilanza, sarà fusa in Sopaf Capital Management SGR.
  • In data 3 marzo la partecipata AFT/LINKEM si è aggiudicata il diritto d’uso delle licenze WiMax in 13 regioni, pari a oltre il 75% della popolazione residente italiana (per un investimento complessivo di 34 milioni di euro). In data 1 aprile Sopaf ha erogato alla partecipata un finanziamento per 18,5 milioni di euro.
  • In data 12 marzo Sopaf ha acquistato il 16% di Sun System, società attiva nel settore del fotovoltaico (2,5 milioni di euro).
  • Nel corso del trimestre Sopaf ha perfezionato una serie di operazioni di compravendita sui titoli Management&Capitali, Immsi e Conafi Prestitò, a seguito dei quali al 31 marzo 2008 detiene una partecipazione nel capitale rispettivamente pari a 3,52%, 1% e 4,13%.
  • In data 7 maggio 2008 la Banca d’Italia ha autorizzato i Regolamenti dei fondi “Sopaf Small Cap Europe” e “Sopaf Global Private Equity Funds“. Tali fondi saranno gestiti da Sopaf Capital Management SGR, la Società di Gestione del Gruppo che si occupa di fondi alternativi.

 

Progetto acquisto e disposizione di azioni proprie

 

Il programma di acquisto di azioni proprie approvato dall’Assemblea Ordinaria in data 27 novembre 2007 è in fase di completamento e al 31 marzo 2008 le azioni Sopaf S.p.A. possedute dal Gruppo ammontano a 4.286.605.
Il Consiglio ha pertanto proposto di richiedere alla convocanda Assemblea dei Soci, per un periodo non superiore a diciotto mesi dalla data della relativa delibera assembleare, ai sensi dell’art. 2357-ter c.c., l’autorizzazione affinché il Consiglio stesso, nel rispetto delle disposizioni di legge e di regolamento di volta in volta applicabili e dei regolamenti emanati da Borsa Italiana S.p.A. ed in osservanza delle disposizione comunitarie in materia, possa alienare le azioni proprie acquistate ai sensi del Programma o, comunque, già in portafoglio di Sopaf con le seguenti modalità alternative:


1. mediante operazioni in denaro: in tal caso le vendite saranno effettuate nei mercati regolamentati e/o fuori dai mercati regolamentati, ad un prezzo non inferiore al 95% rispetto alla media dei prezzi di riferimento registrati al sistema telematico della Borsa Italiana nelle tre sedute precedenti ogni singola operazione;
2. mediante operazioni di scambio, permuta, conferimento o altro atto di disposizione nell’ambito di progetti industriali o operazioni di finanza straordinaria. In tal caso, i termini economici dell’operazione di alienazione, ivi inclusa la valutazione delle azioni oggetto di scambio, saranno determinati con l’ausilio di esperti indipendenti, in ragione della natura e delle caratteristiche dell’operazione, anche tenendo conto dell’andamento di mercato delle azioni SOPAF S.p.A..

 


Convocazione dell’Assemblea degli Azionisti

 

Il Consiglio ha deliberato di convocare per il 21 giugno (in prima convocazione) e per il 28 giugno (in seconda convocazione) l’Assemblea degli Azionisti per l’approvazione del bilancio d’esercizio 2007. L’Assemblea degli Azionisti sarà inoltre chiamata a deliberare in merito al piano di acquisto e disposizione di azioni proprie, alla nomina di un Sindaco Effettivo e alla nomina di un Amministratore.

 

Il dirigente preposto alla redazione dei documenti contabili societari (Alberto Ciaperoni) dichiara ai sensi del comma 2 articolo 154 bis del Testo Unico della Finanza che l’informativa contabile contenuta nel presente comunicato corrisponde alle risultanze documentali, ai libri e alle scritture contabili.

 

* Rispetto al periodo di riferimento è variata l’area di consolidamento sia per la movimentazione del portafoglio partecipazioni, sia per il diverso criterio di consolidamento di alcune partecipate.

 

Per ulteriori informazioni


Maria Antonietta Barelli
Sopaf S.p.A.
Tel: +39 (02) 72.14.24.29
Mobile: +39.335.620.0990
e-mail: mabarelli@sopafgroup.it

Laura La Ferla 
PMS
Tel: +39 (02) 48000250
Cell: +39 329 4705000
e-mail: l.laferla@pmsgroup.it

* * *


Si allegano gli schemi di conto economico, stato patrimoniale e rendiconto finanziario consolidati e della capogruppo relativi all’esercizio al 31 dicembre 2007, nonché gli schemi di conto economico, stato patrimoniale e posizione finanziaria netta consolidati del primo trimestre 2008. I dati esposti nei prospetti non sono stati certificati dalla Società di Revisione né verificati dal Collegio Sindacale.

 


 

Ultimo aggiornamento: 12/11/2008
copyright 2006 Sopaf SpA in liquidazione - P.IVA 05916630154 - all right reserved